Volume 2 – Italian

Volume 2

verso la resilienza di comunità

Christian Bason, Director of Innovation, MindLab

Ania Rok, Capo progetto, ICLEI Europe

Enabling City é pubblicato sotto licenza Creative Commons di tipo “Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate.” Clicca qui per comprare la tua copia oppure leggi il libro online in due comodi formati.



tip
Clicca sull’immagine qui sopra per leggere a schermo intero (puoi nascondere la barra del menu cliccando su [x]. Enabling City è disponibile anche in IngleseFrancese, Spagnolo e Tedesco.

Il libro

Enabling City torna con un nuovo Volume per riprendere e ampliare il discorso iniziato circa tre anni fa con la prima pubblicazione.

Tre anni in cui migliaia di lettori di ogni parte del mondo hanno preso coscienza e, dopo essere entrati in contatto, hanno dibattuto sulle possibili opportunità e scambiato esperienze.

Il nuovo libro spazia a tutto campo esplorando i rapporti tra spazio pubblico e democrazia, tra beni comuni e resilienza, offrendo idee e progetti per affermare il ruolo che l’innovazione sociale può e deve ricoprire nell’ambito delle comunità.

Enabling City vol. 2 presenta oltre 80 iniziative provenienti da più di 40 Paesi, opere che celebrano l’impegno profuso da cittadini attivi che ogni giorno affrontano le sfide e le opportunità dell’urbanizzazione ancora in corso e che, allo stesso tempo, si confrontano con nuove dinamiche ambientali, economiche e sociali, che emergono a livello globale.

Organizzazioni d’avanguardia come Shareable magazine, la new economic foundation e MIT CoLab contribuiscono con 8 articoli che rispecchiano le storie di coraggio, visione e determinazione al centro di questo nuovo lavoro. Enabling City propone inoltre una serie di  infografiche come strumenti di orientamento per un coinvolgimento più consapevole in pratiche diffuse come il crowdfunding civico e la pianificazione della smart city e lancia infine una proposta originale di una Scuola di Creatività Civica, per costruire e valorizzare  le competenze necessarie per la nascita di progetti collaborativi.

Proprio mentre il pensiero creativo ridefinisce la vita quotidiana nei centri urbani, il potere dell’azione locale partecipata si diffonde nelle periferie, nelle piccole città e nelle campagne del mondo. Questo volume di Enabling City ci ricorda che nella nostra immaginazione si nasconde un grande potere e ci invita a sfruttarlo pienamente.

David Dodman, Direttore di ricerca, Città e cambiamento climatico, IIED

Extra

Dicono di Enabling City Vol.2

“Quello di Chiara Camponeschi è un importante contributo che arricchisce il dibattito sul futuro delle città. Nel loro insieme, i testi, gli articoli e i casi presentati in questo volume sono fonte di ispirazione per nuovi concetti e dimostrano che sta emergendo una diversa coscienza quanto a realtà urbana: una dimensione umana, orientata alla condivisione, inclusiva, resiliente, innovativa. Le idee contenute in questo volume dovrebbero influenzare chiunque lavori per lo sviluppo urbano, sia che lo faccia per professione che per passione. Enabling City sarà una risorsa da cui attingere nei prossimi anni”.

Christian Bason, Director of Innovation, MindLab

Questo libro dimostra come l’ispirazione e l’impegno possano trasformare le città migliorando il benessere degli abitanti e rappresenta molto più che una raccolta di esperienze applicate o in corso di studio: il Volume 2 è collegato agli orizzonti di attivisti e studiosi che ci aiutano a far nostra la prospettiva dell’enabling city. Il punto è abilitare le comunità di tutto il mondo affinché possano liberare la propria creatività e il proprio entusiasmo, in modo che si rafforzino e crescano le iniziative locali in risposta alle più grandi sfide del 21° secolo. Incoraggiando il lettore a ragionare su concetti quali innovazione, resilienza, benessere e partecipazione, l’autrice e chi ha contribuito offrono una visione di enabling city che è al tempo stesso ambiziosa e raggiungibile”.

David Dodman, Direttore di ricerca, Città e cambiamento climatico, IIED

“La società civile è sempre più un soggetto capace di creare valore e, su queste basi, nasce il modello dello Stato Partner basato su una pubblica amministrazione capace di agire come soggetto facilitatore e abilitante. Al livello di città, questo modello si traduce nell’enabling city: una città che crea politiche e infrastrutture per mettere gli abitanti nella condizione dicreare esperienze gradevoli e significative attraverso le attività produttive e il tempo libero. Questo libro, raccontando varie esperienze, è di grandissima utilità proprio perché saranno le enabling city a mostrarci la strada per arrivare ad una nuovo modello di governance regionale e nazionale. Si tratta di una prima mappatura delle iniziative pioneristiche in atto che allo stesso tempo offre modelli e strumenti di concreta applicazione.”

Michel Bauwens, fondatore, Peer-to-Peer Foundation

“Le città sono in prima linea nella transizione verso la sostenibilità; infatti le nuove soluzioni, proposte da network di pionieri in tutti gli ambiti, emergono proprio nei contesti urbani. Le città più avanzate creano spazi per la co-produzione, per l’apprendimento e la salvaguardia delle diversità piuttosto che adottare soluzioni generalizzate e su larga scala. Perciò si stanno dimostrando capaci di creare comunità sempre più resilienti, dotate di reti salde e soluzioni adatte ai singoli contesti di riferimento. Questo libro arriva davvero nel momento giusto e ci offre una panoramica toccante e diversificata dei modi in cui le città e i loro cittadini possono (e dovrebbero) organizzare i processi di co-produzione creativa. Per me, si tratta di una nuova e ricca fonte di ispirazione nella ricerca di nuovi e più efficaci processi per la creazione di spazi che abilitino il cambiamento”.

Dr. Derk Loorbach, direttore, Dutch Research Institute For Transitions (DRIFT)

Il secondo volume di Enabling City ci mostra ancora più chiaramente come le persone, in tutto il mondo, stanno trasformando le loro città e le loro comunità e anche noi possiamo fare lo stesso. Ma il libro merita di essere letto non solo per gli spunti che propone quanto per cogliere l’elemento comune alle migliaia di storie apparentemente non collegate tra loro; la prospettiva dell’azione locale partecipata adottata da Chiara Camponeschi è quella giusta. Enabling City ci offre un modello per comprendere il cambiamento che sta investendo le città di tutto il mondo, attorno e dentro le nostre stesse comunità. Si tratta di un potente messaggio di speranza e chiave di lettura per affrontare le sfide e le complessità a cui tutti stiamo andando incontro”.

Ania Rok, Capo progetto, Urban Governance and Sustainability Management, ICLEI

“Enabling City ci da più di una buona ragione per guardare al futuro con ottimismo. Chiara Camponeschi esplora con maestria le macro-tendenze in atto nel campo della sostenibilità urbana, accompagnando il lettore in un viaggio mondiale alla scoperta di progetti particolarmente ispirati che sfidano lo ‘status quo’ e focalizzano l’attenzione sui sistemi alternativi che stanno già prendendo forma sotto i nostri occhi”.

Satsuko VanAntwerp, Manager – Social InnovationSocial Innovation Generation (SiG)